Lavagna: interventi Lavagna: interventi

_____________________________________________________________________________________________________________________

Geostoria
Un mistero tutto italiano?

Indice

matitina Prima Pagina
matitina Presentazione
Quarta F
matitina Quinta F
matitina Seconda F
matitina Terza F
matitina Antologia poetica
matitina Recensioni
matitina Contatti
matitina Interventi

È previsto che dal 2010 nei licei italiani si debba praticare (cioè studiare, insegnare, apprendere e comprendere) una disciplina dal nome ambiguo e anfibio, la Geostoria.

«Si dovrebbe»: in effetti si cerca di insegnare Storia, raramente si intraprende un corso di Geografia, praticamente mai si apprende "Geostoria", anche perché lo statuto della disciplina appare incerto e dai contorni evanescenti.

Come al solito, come avviene in ogni "riforma" successiva ai mitici anni Sessanta, nessuno, nelle scuole e anche negli ambienti accademici, aveva avuto notizie di quanto si preparava, tantomeno si è svolto alcun dibattito su questa che si è pur tentato di far passare per una Rivoluzione. Gli insegnati si sono trovati davanti questa novità, all'interno della contestatissima "Riforma Gelmini" e, forse distratti da altri punti di quei provvedimenti ben più distruttivi, hanno dedicato poca attenzione al tema.
Qualche protesta dell'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, l'opposizione di alcuni sindacati per la riduzione di ore di insegnamento (al fine di risparmiare denaro), prese di posizione autorevoli e inascoltate di geografi e storici.

Quando poi ci si è trovati a dover attuare, nella pratica quotidiana, l'arduo compito di creare percorsi che vadano al di là della vuota e semplicistica "interdisciplinarietà", ci si è limitati, il più delle volte, a inserire qualche nozioncina geografica nell'insegnamento della Storia (il cui programma, nel Biennio, si è anche espanso all'Alto Medioevo).

Anche stavolta si è persa, credo, l'occasione per meditare a fondo non solo sui contorni di una disciplina, ma sulle ragioni e sugli obbiettivi dell'insegnamento.

In ogni caso, un certo dibattito si è sviluppato e chi è interessato ne può trovare qualche eco in rete, per esempio negli articoli che raccolgo e commento QUI.

Questo dibattito è certamente stimolante, può indubbiamente offrire stimoli intellettuali e di ricerca, non risolve il concreto problema di come e cosa insegnare nelle tre ore settimanali di cui dispongo in Quarta e Quinta ginnasio.

Nella pagina che segue, tenterò di chiarirmi e di proporre alcuni nodi concettuali, da trasformare in indirizzi per il mio lavoro. freccia a destra

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a
Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.